step 3:

Forte trasmissione dell’immunità con l'aggiunta di vitamine e minerali

L'azione di vitamine, minerali e oligoelementi nei giovani vitelli

Spesso, immediatamente dopo la nascita, i vitelli devono far fronte a una considerevole carenza di vitamine, minerali e oligoelementi. La sola somministrazione di latte molte volte non è sufficiente a fornire l'intero fabbisogno di sostanze nutritive. Una cura integrativa di vitamine e minerali di circa 5 giorni è quindi estremamente utile. Di quali sostanze si tratta quindi e come agiscono tali sostanze sulla salute e sulle difese immunitarie del vitello?

Trasformazione efficace di elementi nutritivi

Innanzitutto il vitello ha bisogno di sostanze che gli permettano di ottenere il massimo rendimento dal regime alimentare. In allevamento l'obiettivo è quello di trasformare in maniera efficiente l'energia e le proteine assunte dal vitello in crescita. Questo processo richiede una produzione continua di enzimi che favoriscano un buon metabolismo, tenendolo, al contempo, sotto controllo.

Rame, zinco e manganese sono componenti essenziali di molti enzimi. Questi oligoelementi, quindi, devono essere somministrati al migliore (ma non massimo!) livello possibile.

Affinché gli enzimi possano agire con efficacia, inoltre, sono fondamentali le vitamine B. Per trasformare adeguatamente carboidrati, proteine e grassi in crescita occorre una stretta collaborazione fra enzimi e vitamine B. In una vacca adulta le vitamine B vengono prodotte in misura sufficiente nel rumine. Non è lo stesso in un vitello giovane, in cui il rumine si sta ancora sviluppando. È essenziale, quindi, che le vitamine B vengano fornite attraverso il latte, in modo che siano sufficientemente disponibili.

In breve: le vitamine B associate a rame, zinco e manganese costituiscono la base per una buona crescita.

Incremento delle difese

Un vitello è soggetto a pressione di infezione. Una gestione efficace del colostro, un buon regime di proseguimento con latte per vitelli e buone condizioni igieniche riducono il margine d'azione degli agenti patogeni. Inoltre, un apporto ottimale di vitamine e oligoelementi è essenziale per ottenere buone difese.

Selenio, vitamina E e vitamina C sono i principali immunostimolanti. Rame, zinco e manganese fanno la loro parte, sostenendo il sistema immunitario grazie all'effetto antiossidante. Se un germe infettivo raggiunge il vitello e il sistema immunitario lo combatte, queste sostanze aiutano a rimettere in ordine il tutto: costituiscono, per così dire, l'olio nel motore del sistema immunitario.

Altri componenti per la crescita

La vitamina A è importante per lo sviluppo della vista nel vitello; e contribuisce, inoltre, alla crescita basale e allo sviluppo dell'animale, in quanto svolge un ruolo chiave nella cura del tessuto cellulare.

La vitamina D è corresponsabile di una buona struttura ossea in quanto costituisce un passaggio essenziale nel metabolismo del calcio; la carenza di vitamina D comporta una struttura ossea sotto i livelli ottimali e, di conseguenza, anche una crescita agli stessi livelli.

Il ferro svolge un ruolo importante nel trasporto di ossigeno ed è, quindi, ovviamente indispensabile per la salute e la crescita del vitello. Altra sostanza imprescindibile è lo iodio, un oligoelemento indispensabile per la produzione dell'ormone della tiroide, determinante per il livello di metabolismo e quindi per la crescita.

Nei vitelli con una crescita più elevata il fabbisogno di iodio è quindi ancora più importante.

 

Domande relative all'immunità dei vitelli?

Potreste fare qualcosa in più per portare velocemente allo standard la resistenza dei vostri vitelli appena nati? Chiedete a Ivano Peracchi o allo Sprayfo Specialist della vostra zona!

Sprayfo Specialist nella vostra zona