La mortalità dei vitelli è ancora troppo elevata!

La mortalità dei vitelli in Olanda è dell’8,2% per gli animali  fino a tre giorni di età e del 10,8% per i vitelli da tre giorni a un anno di età secondo gli ultimi dati forniti dal RENDAC e dall'Organizzazione Olandese per l’identificazione e registrazione (I&R) dei ruminanti. Questo significa che la mortalità supera ancora di gran lunga gli obiettivi numerici che diversi studi suggeriscono. Quali misure state adottando nella Vostra Azienda? 

Il tasso di mortalità dell’8,2% riguarda i vitelli entro i 3 giorni di vita. Questo dato si riferisca a feti abortiti, vitelli nati morti e vitelli che muoiono prima di ricevere la marca auricolare identificativa. Il tasso di mortalità del 10,8% riguarda i vitelli fino all’anno di età.

Gli esperti: una notevole riduzione della mortalità è possibile

Gli elevati tassi di mortalità dei vitelli sono un problema persistente, nonostante i continui sviluppi ed innovazioni negli Allevamenti. Per la maggior parte dei casi di mortalità sono da attribuire alla diarrea batterica, diarrea virale ed alle malattie respiratorie.

Numerosi studi dimostrano che sono possibili importanti miglioramenti per le Aziende Agricole. Gli esperti suggeriscono che, ridurre la mortalità del vitello del 5% dopo 24 ore di vita è un obiettivo realistico. 

Le prime somministrazioni del colostro e la gestione dell'igiene

La misura più importante per prevenire la mortalità neonatale del vitello è una precoce ed adeguata somministrazione del colostro.

  • Cercare di somministrare al vitello più colostro possibile, il più presto possibile
  • Possibilmente 4-5 litri entro le prime 6 ore di vita

Se lo scopo è di ridurre la mortalità del vitello in modo importante, le misure di prevenzione sono essenziali! Una gestione colostrale corretta e una maggior attenzione all’igiene ottimizzano un allevamento del vitello durevole e proficuo! 

La sistemazione del vitello richiede precisione

Allevare il vitello con successo inizia con una stalla ben pulita e con paglia fresca.

  • Dopo la nascita, l'ombelico deve essere disinfettato con della tintura di iodio o altri prodotti analoghi ed i vitelli devono essere alloggiati singolarmente per i primi 14 giorni in box singoli ben puliti e disinfettati.
  • I vitelli vengono poi successivamente spostati in box multipli.
  • E 'meglio lavorare con un sistema all-in, / all-out anche se questo non è sempre possibile con piccoli gruppi di vitelli.

In particolare, in relazione alle malattie delle vie respiratorie, deve essere fornito un clima interno sano e ben areggiato per eliminare gas prodotti dalle deiezioni dei vitelli stessi. Le correnti d’aria devono essere evitate, i vitelli devono essere in grado di proteggersi sia dal freddo sia dal vento per aiutarli a mantenere la propria temperatura corporea.

Rischi per la salute nella vostra azienda?

Volete adottare le misure più appropriate per prevenire le malattie dei vitelli nella vostra azienda? Chiedi allo Sprayfo specialist della vostra zona.

Per maggiori informazioni sulla prevenzione delle malattie

La prevenzione delle malattie dei vitelli

La ventilazione nelle vostre stalle è sufficiente? E’ possibile migliorare l'igiene? Quanto è buona la difesa immunitaria dei vitelli'? Discutete il vostro approccio alla prevenzione delle malattie con Ivano Peracchi o con lo Sprayfo specialist della vostra zona.

Consigli diretti